IMPRENDIDONNA®
Seminario di sviluppo manageriale
e di genere
La vera potenza sta in ciò che ti differenzia.

HomeEventiIMPRENDIDONNA®Seminario di sviluppo managerialee di genere La vera potenza sta in ciò che ti differenzia.

Un profondo lavoro di sviluppo personale e professionale dedicato alle Donne, e alle loro peculiarità nelle organizzazioni d’impresa e di professione, al fine di potenziare  la capacità di tradurre le idee in azione, interpretando un ruolo lavorativo, che inevitabilmente impatta altri ambiti di vita.

L’intento che si persegue è quello di ricercare, per ogni singola Donna, quelle dimensioni di intraprendenza ed attivazione che favoriscono la capacità realizzativa umana, qui declinata al femminile.

Un seminario che dal 1999 rappresenta una voce fuori dal coro del “politicamente corretto” al fianco delle Donne, che scelgono di stare lontane da tutti i luoghi comuni che, da sempre, si addensano su ogni argomento declinato al femminile, per scoprire il loro vero valore intrinseco.

Imprendidonna: la capacità imprenditiva (non solo imprenditoriale), per l’appunto.

L’approccio

Imprendidonna vista da una Imprendidonna (di Fiorenza CAMPORESE)

Retaggi sociali, educativi e culturali hanno spesso fatto credere alla Donna che, ciò che la contraddistingue nettamente dall’Uomo, non sia così meritevole di essere coltivato per farsi valere.

Anzi spesso ha rappresentato l’insieme di caratteristiche che sono state tacciate come punti di debolezza.

Tanto che si è così confuse da divenire antagoniste sia delle stesse donne, che degli uomini, precludendosi il piacere sublime dell’essere complementari per scelta.

Allontanarsi dalla propria innata emozionalità porta a scimmiottare modi di essere che non appartengono alla Donna. Emulazioni che portano a non riconoscersi più allo specchio. Sfilato il tailleur e lasciata cadere a terra l’armatura, ci si trova da sole, seppur in mezzo alla gente.

Si è tralasciato il fatto, purtroppo, che ogni essere umano è chiamato a rispettare la propria natura.

Se la bambina che eravamo ci vedesse oggi, sarebbe orgogliosa della Donna che troverebbe?

 

Imprendidonna vista da un Imprendiuomo (di Alessandro LAMPUGNALE)

Da maturo, mi sono sempre posto la domanda se le Donne, a vario titolo, hanno la vera percezione del loro potere, del loro essere. Chi crea e, di conseguenza, vive certe emozioni come nessun’altro, ricopre un ruolo unico. Poi sono arrivati morale, religione, sensi di colpa e di inferiorità, nonché culture materialiste, tutte dando il peggio sul tema. Ma oggi, dove la retorica nel gestire i concetti di “diversità” o “uguaglianza” pullula più dell’antica coercizione morale, Donna in Impresa non può più prescindere da Persona in Impresa; un bagaglio emozionale e relazionale ancora da esibire al meglio. Per me Donne e Uomini sono Persone, la cui grande forza è essere e rimanere ben distinti emozionalmente, ciascuno col proprio bagaglio di diversità, creando la complice sinergia che rende uguali.

E non per legge.

Perché?

Dal 1999, anno di ideazione di questo seminario, ci siamo sempre posti il problema di stare il più possibile lontani da tutti i luoghi comuni che da sempre si addensano su ogni argomento declinato al femminile.

Luoghi comuni e stereotipi cavalcati da entrambe le sponde, per fini diversi, ma ugualmente odiosi, poco nobili e di zotico antagonismo.

Non è la strada che ci interessa e, sinceramente, non interessa sicuramente al tipo di Donne alle quali ci rivolgiamo.

Applicando questo al mercato, al mondo del lavoro, emerge subito lo spaccato storico e sociale di Donne che rinunciano al loro essere nascente, assimilandosi agli uomini per poter competere ed emergere; un aspetto che oggi trova il contraltare negli uomini che si assimilano alle Donne per essere accettati emozionalmente.

Proporre questa chiave di lettura è dare alla Donna lo strumento di riscatto dall’auto-penalizzazione che si è imposta per allinearsi ad aspettative altrui.

Una rivisitazione del concetto del potere e del piacere che ne deriva, la sperimentazione della padronanza emozionale come punto di forza, il potenziamento dei meccanismi selettivi e di quelli intuitivi, la capacità gestionale dell’equilibrio femminile/maschile, il cessare di ricoprire ruoli con abiti che non corrispondono.

Un insieme di sovrastrutture la cui presa di coscienza è già metà del lavoro; l’altra metà è ascoltarsi in modo diverso.

Questa è la destrutturazione necessaria; il resto sono solo effetti collaterali.

 

Destinatari

Donne che ricoprono ruoli imprenditoriali, direzionali, decisionali e di coordinamento e che svolgono libere professioni che aspirano a valorizzare le loro peculiarità individuali, di diretto impatto in ambito lavorativo.

Il seminario accoglie al massimo 6 partecipanti.

 

A chi è sconsigliato

IMPRENDIDONNA®️ è sconsigliato a Colei che appartiene alla frangia d’imprenditoria e dirigenza femminile “d’arrembaggio”, figlia di quel radicalismo di prevalenza che non ha fatto altro che ripetere – spesso amplificandoli – gli errori dei detestati colleghi maschi.

Ha così allontanato le donne dalla bellezza delle Emozioni facendole giungere, in questo, all’uguaglianza con gli uomini, invece che alla parità.

Accettando così l’imposizione di “quote di genere”, come contentino concesso da organismi a prevalenza maschile al loro far rumore, fino a giungere a “quote di senso di colpa” nello scegliere di essere anche madre

Mettendo in comune l’esperienza imprenditoriale, consulenziale di direzione e organizzazione aziendale ed in ambito generazionale e familiare, con quella sociopsicologica, Imprendidonna ® ha l’obiettivo di esprimere e potenziare i tratti distintivi e caratteristici della Donna, affrancandola da modelli comportamentali di ruolo e di relazione, nella vita lavorativa e privata, che non appartenendole per natura, non la valorizzano appieno.

 

Obiettivi

Mettendo in comune l’esperienza imprenditoriale, consulenziale di direzione e organizzazione aziendale ed in ambito generazionale e familiare, con quella sociopsicologica, Imprendidonna ® ha l’obiettivo di esprimere e potenziare i tratti distintivi e caratteristici della Donna, affrancandola da modelli comportamentali di ruolo e di relazione, nella vita lavorativa e privata, che non appartenendole per natura, non la valorizzano appieno.

 

Contenuti didattici

Il Seminario tratterà di tutte le argomentazioni che appartengono, direttamente e indirettamente, al mondo imprenditoriale e professionale visto al Femminile, ma che indiscutibilmente hanno un percorso di analisi diverso se affrontate con le Donne.

La Donna infatti nell’approcciare a queste tematiche è chiamata a integrare, al suo femminile – deputato al governo della sfera emozionale e relazionale – il lato maschile – indirizzato al governo della sfera razionale – per giungere ad un equilibrio interiore e comportamentale che le permette l’espressione integrale delle sue potenzialità.

Le dinamiche saranno affrontate con un’attenzione diretta alla persona nel suo equilibrio di vita privata e lavorativo, e ai bisogni evolutivi con i tratti che, di volta in volta si evidenziano.

Non vengono ulteriormente dettagliate le singole tematiche e la loro cronologia per scelta didattica evolutiva. Alcune argomentazioni, infatti, se precedentemente esposte potrebbero generare erronei preconcetti di natura interpretativa che andrebbero ad inficiare il livello ottimale di interazione a cui si aspira.

Il seminario infatti è strutturato in modo tale che ogni tema affianca la trattazione frontale con lavori di didattica interattiva e attiva, con lavori individuali o collettivi di approfondimento che richiedono la possibilità di cogliere l’atteggiamento, le attitudini, le risposte comportamentali, quanto più spontanee possibili, nell’ottica di un vero e personalizzato supporto migliorativo.

 

 

Studi professionali e/o Aziende aderenti a Fondoprofessioni possono richiedere i voucher per la formazione del proprio personale.

Vuoi diventare “IMPRENDIDONNA”?

 

Per idee e progetti di successo.

Scarica direttamente il modulo di iscrizione





Newsletter

Resta aggiornato sulle nostre novità

maschiofemmina