IMPRENDIDONNA®
Seminario
La vera potenza sta in ciò che ti differenzia.

HomeEventiIMPRENDIDONNA® Seminario La vera potenza sta in ciò che ti differenzia.

Un seminario che dal 1999 rappresenta una voce fuori dal coro del “politicamente corretto” al fianco delle Donne nel mondo del lavoro che scelgono di stare lontane da tutti i luoghi comuni che, da sempre, si addensano su ogni argomento declinato al femminile.

 

 

 

L’approccio

 

 

Imprendidonna vista da una Imprendidonna (di Fiorenza CAMPORESE)

 

Retaggi sociali, educativi e culturali hanno spesso fatto credere alla Donna che, ciò che la contraddistingue nettamente dall’Uomo, non sia così meritevole di essere coltivato per farsi valere.

Anzi spesso ha rappresentato l’insieme di caratteristiche che sono state tacciate come punti di debolezza.

Tanto che si è così confuse da divenire antagoniste sia delle stesse donne, che degli uomini, precludendosi il piacere sublime dell’essere complementari per scelta.

Allontanarsi dalla propria innata emozionalità porta a scimmiottare modi di essere che non appartengono alla Donna. Emulazioni che portano a non riconoscersi più allo specchio. Sfilato il tailleur e lasciata cadere a terra l’armatura, ci si trova da sole, seppur in mezzo alla gente.

Si è tralasciato il fatto, purtroppo, che ogni essere umano è chiamato a rispettare la propria natura.

Se la bambina che eravamo ci vedesse oggi, sarebbe orgogliosa della Donna che troverebbe?

 

 

 

Imprendidonna vista da un Imprendiuomo (di Alessandro LAMPUGNALE)

 

Da maturo, mi sono sempre posto la domanda se le Donne, a vario titolo, hanno la vera percezione del loro potere, del loro essere. Chi crea e, di conseguenza, vive certe emozioni come nessun’altro, ricopre un ruolo unico. Poi sono arrivati morale, religione, sensi di colpa e di inferiorità, nonché culture materialiste, tutte dando il peggio sul tema. Ma oggi, dove la retorica nel gestire i concetti di “diversità” o “uguaglianza” pullula più dell’antica coercizione morale, Donna in Impresa non può più prescindere da Persona in Impresa; un bagaglio emozionale e relazionale ancora da esibire al meglio. Per me Donne e Uomini sono Persone, la cui grande forza è essere e rimanere ben distinti emozionalmente, ciascuno col proprio bagaglio di diversità, creando la complice sinergia che rende uguali.

E non per legge.

 

 

Perché?

 

Dal 1999, anno di ideazione di questo seminario, ci siamo sempre posti il problema di stare il più possibile lontani da tutti i luoghi comuni che da sempre si addensano su ogni argomento declinato al femminile.

 

Luoghi comuni e stereotipi cavalcati da entrambe le sponde, per fini diversi, ma ugualmente odiosi, poco nobili e di zotico antagonismo.

 

Non è la strada che ci interessa e, sinceramente, non interessa sicuramente al tipo di Donne alle quali ci rivolgiamo.

 

Applicando questo al mercato, al mondo del lavoro, emerge subito lo spaccato storico e sociale di Donne che rinunciano al loro essere nascente, assimilandosi agli uomini per poter competere ed emergere; un aspetto che oggi trova il contraltare negli uomini che si assimilano alle Donne per essere accettati emozionalmente.

 

Proporre questa chiave di lettura è dare alla Donna lo strumento di riscatto dall’auto-penalizzazione che si è imposta per allinearsi ad aspettative altrui.

 

Una rivisitazione del concetto del potere e del piacere che ne deriva, la sperimentazione della padronanza emozionale come punto di forza, il potenziamento dei meccanismi selettivi e di quelli intuitivi, la capacità gestionale dell’equilibrio femminile/maschile, il cessare di ricoprire ruoli con abiti che non corrispondono.

 

Un insieme di sovrastrutture la cui presa di coscienza è già metà del lavoro; l’altra metà è ascoltarsi in modo diverso.

 

Questa è la destrutturazione necessaria; il resto sono solo effetti collaterali.

 

 

 

A chi è sconsigliato

 

IMPRENDIDONNA®️ è sconsigliato a Colei che appartiene alla frangia d’imprenditoria e dirigenza femminile “d’arrembaggio”, figlia di quel radicalismo di prevalenza che non ha fatto altro che ripetere – spesso amplificandoli – gli errori dei detestati colleghi maschi.

Ha così allontanato le donne dalla bellezza delle Emozioni facendole giungere, in questo, all’uguaglianza con gli uomini, invece che alla parità.

Accettando così l’imposizione di “quote di genere”, come contentino concesso da organismi a prevalenza maschile al loro far rumore, fino a giungere a “quote di senso di colpa” nello scegliere di essere anche madre.

 

 

 

Il seminario mi ha offerto degli strumenti che ho fatto miei per poter comprendere meglio le mie dinamiche o semplicemente il loro perché, non necessariamente trovando le risposte, ma la consapevolezza di non trascurare l’avvicendarsi delle azioni e delle emozioni.

Marta Bonura
Plant Manager presso I.M.P. Spa

Un viaggio alla scoperta dei lati più oscuri e repressi di ognuno. Il primo passo per dare inizio ad una svolta di vita personale per sviluppare il nostro vero potenziale, ovunque.

Francesca Cioni
Responsabile Controllo di Gestione presso Cioni Edilizia

Un seminario profondo per conoscere i propri lati oscuri e trasformarli in potenzialità. Fiorenza ed Alessandro: due guide speciali, attente all’unicità di ogni donna.

Lara Di Bernardo
Senior Store Manager presso Ixos

Un’esperienza che mi ha portato a pensare fuori dalle logiche della comune razionalità, con cui interagiamo per abitudine. Schemi che obbligano a fare i conti con quella emotività che spesso sopprimiamo, per paura che sia inadeguata al contesto. Ho capito che da quella emotività possiamo trarre il meglio di noi per fare la differenza nei rapporti personali e professionali: l’intuito.

Enrica Melecchi
HR Area Manager presso Leroy Merlin Italia

Vuoi diventare “IMPRENDIDONNA”?

 






Newsletter

Resta aggiornato sulle nostre novità

maschiofemmina

professionali aziendali e lavorativisviluppo personale individuale


Siamo a Tua disposizione per ogni richiesta di informazioni, approfondimenti o colloquio. Compila il form, ti contatteremo nel più breve tempo possibile.